LETTERA PASTORALE 2020 - 2021

Unita, Libera, Lieta.
La grazia e la responsabilità di essere Chiesa
(Settembre 2021)

Introduzione
Nella tribolazione la speranza

«Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti della preghiera» (Rm 12,12).

Come attraversiamo il tempo che viviamo, noi discepoli del Signore?
I mesi che stiamo vivendo sono segnati da un’inedita tribolazione: la pan- demia ha ferito, sospeso, inquietato tutti i popoli della terra e invaso tutti i Pa- esi. Il nostro Paese e la nostra terra hanno vissuto mesi così drammatici da sconvolgere tutti gli aspetti della vita e travolgere molte vite. La pandemia è diventata un’ossessione e ha costretto a concentrare l’attenzione sulla cronaca quotidiana e locale, fino a far dimenticare il resto del mondo e le tragedie che continuano a tormentare popoli, famiglie, persone.
Come attraversiamo il tempo che viviamo, noi discepoli del Signore? Alcuni vivono questo tempo di ripartenza con l’atteggiamento di chi ha chiu-
so una parentesi e ritorna alla vita normale, alle abitudini consuete, senza nostal- gia e senza un incremento di sapienza. Alcuni vivono questo tempo con un’in- quietudine che accompagna ogni attività, ogni incontro, sospettando in ogni per- sona e in ogni luogo un pericolo, rimandando decisioni e iniziative a chi sa quan- do. Alcuni vivono questo tempo arrabbiati per quello che è stato, per quello che hanno perso e sofferto, contestando responsabili e cercando colpevoli.
Come attraversiamo il tempo che viviamo, noi discepoli del Signore?
I Vescovi delle Diocesi di Lombardia hanno inviato un messaggio ai fratelli e alle sorelle di questa nostra terra, Una parola amica, che suggerisce percorsi di sapienza. La situazione difficile in cui ci siamo trovati a vivere non può es- sere solo una circostanza spiacevole e drammatica da subire. Con la grazia del- lo Spirito Santo possiamo vivere questo tempo come occasione per praticare la speranza, testimoniare la carità, restare saldi nella fede. Nel messaggio dei Ve-

scovi di Lombardia sono indicati percorsi che qualificano la situazione come occasione per imparare a vivere, a essere più incisivamente presenti nella vita. Imparare a pregare: alla presenza del Signore, docili allo Spirito di Gesù, praticando in forme inedite la celebrazione comunitaria, la preghiera familiare,
la preghiera personale….